Viva Bèrghem Gioppino postino nella Prima Guerra Mondiale

Il libro

TITOLO: Viva Bèrghem Gioppino postino nella Prima Guerra Mondiale

AUTORE: Carla Passera e Roberta Navoni

PREZZO: € 4,00

PAGINE: 32

FORMATO: 14x19cm

USCITA: marzo 2016

ISBN: 978-88-909598-5-1

Descrizione del libro

Protagonista di Viva Bèrghem è l’amato Gioppino in veste di portalettere: a lui è affidato il valoroso compito di consegnare missive e pacchi ai soldati impegnati al fronte durante la Grande Guerra. Gioppino viaggia e incontra. Prima don Angelo Roncalli, cappellano militare a Bergamo, quindi Antonio Locatelli, le cui imprese ci vengono narrate con dovizia, e poi i fratelli Carrara di Amora Bassa, frazione d’Aviatico, e ancora i fratelli Calvi, eroi di guerra, glorioso esempio di amor patrio, senza dimenticare l’impegno di Monsignor Giovanni Antonietti e il contributo al primo conflitto mondiale di Gennaro Sora. Infine il rientro a casa, nella sua Bèrghem, dove ad attenderlo c’è la sua Margì.

Fiero delle sue origini bergamasche, di cui si fa carico in tutto e per tutto, termòmetro incluso, Gioppino riporta il lettore indietro di cent’anni, entrando a capofitto in quella storia sì lontana, ma pur sempre grande maestra.
Con Gioppino si riscoprono i valori della terra bergamasca, l’impegno di tanti soldati sacrificatisi per la patria, si conoscono le vicende di personaggi della città e provincia di Bergamo che si sono resi protagonisti di imprese onorevoli.

A compendio del testo teatrale delle schede permettono al lettore un breve approfondimento sui personaggi storici presentati.

Viva Bèrghem Gioppino postino nella Prima Guerra Mondiale è un lavoro che vuole porsi in linea con il solco tracciato dalla tradizione dei burattinai di piazza e pure la rivitalizza, divenendo occasione di conoscenza del territorio orobico e dei personaggi illustri che qui hanno avuto i natali.
Un’opportunità per fare memoria e dare lustro alla terra bergamasca.

Le Autrici

Carla Passera è appassionata ed esperta delle tradizioni bergamasche. Coltiva fin da piccola l’amore per la sua terra, il suo dialetto e la cultura che la circonda.
Autrice di numerose poesie e commedie bergamasche, è autrice e regista della sua compagnia dialettale “I Gàmber de Pognà”; è responsabile del gruppo folcloristico “I Contadini Canterini di Pognano”.
Carla inizia a lavorare con i Burattini nel 1993. Dal 1999 diventa titolare di baracca con la compagnia “I Burattini di Roberta”; si specializza sui burattini della tradizione bergamasca e sulla Commedia dell’Arte come Burattinaia solista. Inizia così un lungo lavoro di recupero, in modo originale e moderno, del carattere autentico delle maschere bergamasche. Nel 2002 fonda e diventa Presidente dell’Associazione “Baracca e Burattini”.

Ha partecipato a numerosi festival nazionali e internazionali di teatro di figura: festival dei grandi burattinai a Sorrivoli (Forlì – 2005). Laureata al festival di Merate (Como – 2005). Festival mondiale del teatro delle marionette a Charleville-Mezières nelle Ardenne (Francia – 2006) portando per la prima volta il personaggio di Gioppino. Festival Burattine e burattinaie (Bergamo – 2009).

Roberta Navoni, laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche e in Scienze Pedagogiche, come la madre coltiva la passione per tutto ciò che è tradizione bergamasca. Attrice dialettale, collabora in baracca fin da quando era bambina.


Contatti: https://www.facebook.com/IBurattinidiRoberta/